fbpx
Your search results

STAI COMPRANDO CASA? ECCO I 4 CONSIGLI BASE PER NON SBAGLIARE

Posted by Mirco Bertolatti on 21 November 2020
| Blog
| 0

Comprare casa è una delle decisioni più importanti della nostra vita. Certo, nel corso degli anni andiamo incontro a diversi acquisti che ci migliorano in qualche modo la quotidianità: un telefono di ultima generazione, un computer, la macchina. Ma nulla è come una nuova casa.

Sì perché un’abitazione non è soltanto l’insieme di 4 mura e di diversi ambienti, è qualcosa di più grande e profondo. È un luogo dove condividere momenti importanti con la nostra famiglia e godersi un po ‘di tranquillità e serenità dopo lunghe giornate di lavoro.

Nella nostra cultura la casa ha sempre avuto un valore fondamentale. Oggi più che mai, dopo aver vissuto l’esperienza di due mesi di lockdown nella nostra abitazione, abbiamo capito quanto questa non sia solo qualcosa di fisico e materiale, ma qualcosa che regala protezione, sicurezza e affetto.

Per tutti questi motivi, ho deciso di fornirti 4 utili consigli base per evitare di incappare in qualche errore durante l’acquisto della tua futura casa.

Partiamo subito.

  1. NON LASCIARTI GUIDARE DALL’EMOTIVITÀ: FISSA UN BUDGET, SII FERMO E RAZIONALE

Ormai è risaputo: spesso l’acquisto di una nuova abitazione deriva da una scelta più emotiva che razionale. Certo, nei miei articoli è sempre in evidenza il fatto che un bravo venditore debba preparare casa sua in modo ottimale, cercando di trasmettere anche un qualcosa di profondo, che riesca a catturare l’attenzione emotiva del potenziale acquirente. Attraverso la valorizzazione di una casa, si lavora quindi sull’emotività e sulle sensazioni positive da trasmettere all’acquirente, con l’obiettivo di mostrare i benefici e le potenzialità nascoste di un’abitazione.

Dopo molti mesi di ricerca però potresti essere stanco e demotivato: invece di seguire una emozione positiva e valutare di conseguenza tutte le risorse dell’immobile che stai visitando, rischieresti di comprarlo, magari anche un prezzo eccessivo, solo perché stufo di visitarne.

Invece cerca di fare un bel respiro, rilassati e prenditi un po ‘di tempo per riflettere. Sì perché anche la paura di perdere la casa potrebbe portarti a pagare un prezzo che non puoi permetterti o fuori mercato: resta fisso sul tuo budget, contratta l’acquisto con il venditore se necessario e pensa sempre in modo razionale. Se non si ottiene alcun risultato significa che quella non era la casa giusta per te.

  1. CONSIDERA TUTTE LE SPESE EXTRA DURANTE E DOPO L’ACQUISTO

La maggior parte degli italiani pensa che il prezzo di una casa sia esattamente quello presentato dal venditore. Se rientri in questa categoria non ti preoccupare: ti farò una panoramica delle spese e delle tasse da pagare durante e dopo l’acquisto di una nuova casa.

Innanzitutto, partiamo da una voce che in realtà non è un costo ma un’anticipazione: la caparra.

Si tratta di una somma che devi avere a disposizione sin dall’inizio e che serve per bloccare il tuo acquisto. Naturalmente non è persa poiché rientra nel valore complessivo dell’immobile acquistato, ma comunque la devi anticipare ancora prima di richiedere il mutuo e quindi la devi avere a disposizione.

In relazione ai costi delle tasse di acquisto, in via generale e indicativa devi considerare l’aggiunta al valore della casa di circa il 10% in più, se si tratta di prima casa, mentre circa il 17% se si tratta di casa.

Per essere più preciso, caso per caso, puoi analizzare questo specchietto.

Acquista il privato / Vende il privato

Imposta di registro

· Prima casa: 2% sul prezzo valore

· Seconda casa: 9% sul prezzo valore

Acquista il privato / Vende la società

Iva:

· Prima casa: 4% sul prezzo valore

· Seconda casa: 10% sul prezzo valore

· Società non è costruttore e vende come seconda abitazione: 22% sul prezzo valore

Facoltà di imposta di registro (solo se sono trascorsi più di 5 anni dalla costruzione dell’abitazione):

· Prima casa: 2% sul prezzo valore

· Seconda casa: 9% sul prezzo valore

A queste aggiungere:

  • L’imposta catastale e l’imposta ipotecaria, corrispondenti rispettivamente all’1% e al 2%;
  • L’eventuale provvigione per l’agenzia immobiliare, che in genere corrisponde al 3% + iva sul prezzo di vendita;
  • Le spese per il notaio che si occupano della pratica, che dipendono in parte dal prezzo dell’immobile;

Queste sono le spese da affrontare durante l’acquisto della tua nuova abitazione, ma anche una volta utilizzato, dovrai mettere in conto alcune spese da sostenere:

  • Eventuali lavori di ristrutturazione per quanto riguarda per esempio il sistema elettrico, l’impianto di riscaldamento o il rifacimento dei serramenti e del bagno. È importante verificare sempre lo stato dell’immobile e valutare con un tecnico quali costi sostenendo per rendere la tua casa abitabile e bella come i desideri. Un tecnico ti sarà molto utile anche per capire quali bonus fiscali potranno beneficiare tra i tanti presenti oggi.
  • Acquisto di mobili ed elettrodomestici se l’abitazione è vuota;
  • Le spese condominiali. Fai sempre molta attenzione all’ammontare mensile di queste spese, poiché capitano sovente immobili con spese molto alte. In questo caso o acquisti l’immobile ad un prezzo veramente stracciato o non è consigliabile valutarlo. Ricorda che le spese condominiali le paghi ogni mese e per sempre. Quindi meglio valutare l’acquisto di un immobile che costa qualcosa in più ma che non sia troppo dispendioso con le rate di condominio.
  • Eventuali lavori comuni decisi dall’assemblea. Come dicevo sopra, verifica sempre lo stato dell’immobile. Se è stato rifatto il tetto, le facciate, il cappotto, l’ascensore, le scale, i corselli del piano interrato, le impermeabilizzazioni delle pavimentazioni esterne ove ci siano. Ricorda che ciò che non è stato fatto verrà prima o poi eseguito e che quella spesa, in citazione millesimali, sarà ripartita e sarà anche a carico tuo. Ciò che è stato deliberato dall’assemblea, ma non ancora eseguito, rimane un carico di chi vende, ma anche se di norma questa è la regola, il consiglio di indicarlo nel preliminare di acquisto, ovvero rimarca che le spese per i lavori già deliberati dall’amministrazione condominiale hanno un carico del venditore.

Insomma, come hai potuto vedere, oltre al prezzo dell’immobile, ci sono diverse spese da sostenere.

Ah, ultimo suggerimento: tieni sempre a mente che se acquisti una casa da adibire ad abitazione principale, potrai usufruire di diverse agevolazioni fiscali! Per esempio, con i benefici “prima casa” sono ridotte sia l’imposta di registro, se si acquista da un privato, sia l’Iva, se si acquista da un’impresa. Inoltre non sono dovuti imposte di bollo, tributi speciali catastali e tasse ipotecarie sugli atti assoggettati all’imposta di registro e quelli necessari per effettuare gli adempimenti presso catasto e registri immobiliari.

  1. FAI ATTENZIONE AL MUTUO

Molti di noi, per acquistare la casa dei propri sogni, si appoggiano ad un istituto di credito per ottenere un mutuo. Anche questo aspetto però va valutato nei minimi dettagli per evitare di commettere errori che poi si trascinano a lungo termine. Ecco alcuni consigli:

  • Controlla il tuo capitale di partenza e meglio sarebbe non estendere il mutuo per più di 25 anni, poiché pagheresti troppi interessi in relazione al capitale prestato, e non oltrepassare il 35-40% del tuo reddito. La rata di mutuo deve essere sempre sostenibile anche nei momenti più difficili. Certo cercare di prevedere tutto è difficile e forse anche limitante, ma un certo grado di sicurezza lo si deve mantenere.
  • Valuta anche se è il caso di accendere un mutuo fisso o variabile e ricordati che questo dovrà aggiungere l’imposta ipotecaria, che corrisponde al 2% dell’importo.
  • Assicurati di avere sempre le risorse finanziarie a disposizione, nel caso di imprevisti futuri e rialzi dei tassi di interesse.
  • Se fai un mutuo avrai un atto notarile, proprio per il mutuo, aggiuntivo, ovvero una spesa notarile in più.
  1. RIVOLGITI A ESPERTI DEL SETTORE

Ecco l’ultimo suggerimento. Ultimo, ma non per importanza certo. Tecnici esperti del settore, come notai, agenti immobiliari e geometri, potrebbero esserti davvero d’aiuto per spiegarti, ognuno per la propria competenza, tutti gli aspetti relativi all’acquisto di una casa in piena serenità.

In particolare, grazie alle proprie esperienze e conoscenze, un agente immobiliare è in grado di accompagnarti attraverso tutte le fasi di acquisto del tuo nuovo immobile, partendo con la negoziazione del prezzo con il venditore, consentendoti anche di ottenere un sostanzioso sconto. Pensa a quanto potresti risparmiare con una trattativa ben eseguita.

Non solo, mediante una corretta valutazione della casa, l’agente sarà in grado di calcolare in maniera precisa i costi relativi all’acquisto di cui parlavo sopra, evitandoti imprevisti e costi elevati inaspettati.

Insomma, come avrai capito, ci sono diversi aspetti da prendere in considerazione quando si parla di comprare casa. Non è assolutamente una decisione da prendere su due piedi, anzi. Hai bisogno di prenderti del tempo e riflettere. Cerca di non affrettare la situazione e valuta tutte le diverse opportunità che il mercato ti offre: la scelta di una nuova abitazione è un momento fondamentale nella vita di tutti noi.

Sì perché, come diceva Dorothy ne Il mago di Oz, “Non c’è nessun posto come casa!”.

Leave a Reply

Your email address will not be published.

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.

    MARINELLA MARVEGGIO – Consulente Immobiliare.

    P.Iva 009 5238 0145  – C.C.I.A.A So REA 72528

    © 2019 – Bertolatti RE Real Estate srl |

    P.IVA 04569520960

    Via Delle prese 17, 23100 Sondrio

Compare Listings